Archibio.com - La rivista online del vivere sano
cerca nel sito di Archibio.com

Archibio.com - La rivista online dedicata al vivere sano
 
archibio.com
Alimentazione
Salute e benessere
Vacanze e vivere sano
Turismo ecologico
Ambiente
Bioarchitettura
Casa ecologica
Energie Rinnovabili



inserzionisti

inserzionisti di Archibio
Consulta l'elenco completo e aggiornato delle Aziende inserzioniste su Archibio.com .

Diventa inserzionista di Archibio.com, acquista spazi e servizi pubblicitari sulle pagine della rivista on line del vivere sano

Newsletter

Archibio Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Archibio.com per rimanere sempre aggiornato sulle novità editoriali del sito.

Sei un utente già registrato?
Inserisci
nome utente

password

per modificare le tue preferenze
Hai dimenticato i tuoi dati di accesso?

diventa autore

diventa autore di Archibio.com

Sei un esperto di uno degli argomenti relativi al vivere sano trattati su Archibio.com?
Contatta la redazione e diventa autore, entrerai così a far parte del nostro network.


gli autori di archibio.com

L'elenco completo e aggiornato degli Autori aderenti ad Archibio.com



Archibio.com  >  Casa ecologica >  Feng shui >  Il piacere di abitare

Il piacere di abitare

Modelli e progetti per la casa

Autore Alessandra Calanchi
Categoria Feng shui

L’articolo di Antonio di Campli (dottorando di ricerca in urbanistica all’università di Pescara), apparso recentemente su “L’Indice del libro del mese” col titolo Il mestiere di abitare (n. 6, anno xxiv, giugno 2007, p. 35), mi è sembrato molto interessante e tenterò una replica che vuol essere integrativa e non polemica. In primo luogo, non sono né un architetto né un urbanista. Diciamo che sono una dilettante, in quanto professionalmente appartengo a un territorio “altro” (la letteratura e la storia della cultura) e per puro diletto mi occupo di feng shui e di vastu, ovvero di quelle scienze o arti dell’abitare che, dopo la ventata new age, in questi ultimi anni sono entrate ufficialmente a far parte di numerosi programmi accademici (per esempio a Ferrara) e di altrettanto validi corsi e seminari (Verona, Napoli e altre).
Ho molto apprezzato l’articolo di Campli sia per la sua capacità di inserire le sue recensioni ai libri che cita (Milano. Cronache dell’abitare ed Esperienze e paesaggi dell’abitare) in modo assolutamente fluido, equilibrato e coinvolgente, sia per la sua puntuale contestualizzazione degli stessi nella realtà dell’oggi (pur se limitata alla regione milanese). Campli esprime infatti la necessità di ridefinire le strategie di osservazione dell’abitare, sottolineandone i risvolti politici ed estetici; puntualizza “la rottura del nesso lineare tra casa, famiglia, lavoro, luogo” (una perdita di linearità che fa dell’abitare un mestiere, qualcosa cioè da apprendere, da costruire con fatica); individua infine nella messa a fuoco della relazione tra mutamento dell’abitare e paesaggio il punto nodale della sua trattazione.
“Uomini del fine settimana”, “spazio complicato”, “abitare temporaneo”, “abitare difficile”, “sofa surfing”: sono alcune delle espressioni che ritroviamo nell’articolo, e che ben riflettono la situazione di generico disagio, o vero e proprio malessere, descritta dagli autori citati. E anche se, accanto all’abitare “difficile”, si fanno strada espressioni come “aggiornamento”, “adattamento”, “riqualificazione”, Campli confessa “l’inadeguatezza della stessa nozione di progetto, come tradizionalmente è intesa”.
Ma cosa avverrebbe se il “caleidoscopio delle forme dell’abitare”, per prendere a prestito una bella definizione che ritroviamo nell’articolo, si aprisse almeno in parte alle suggestioni e ai suggerimenti che ci giungono dalla saggezza orientale, seppur con le dovute mediazioni di ambito occidentale? Se la scienza urbanistica aprisse uno spiraglio alla teoria degli elementi, alla terapia dei colori, alla geomanzia, al linguaggio dei simboli? E’ quanto ci invitano a fare da anni gli studiosi del feng shui, del vastu, o – in modo forse a noi più comprensibile – della bioarchitettura e della bioedilizia.
Lasciando da parte la produzione “pittoresca” e non scientifica che occupa gli scaffali delle librerie delle stazioni e delle fiere, nonché la miriade di opere in traduzione, mi concentrerò su alcuni testi provenienti da diversi ambiti di ricerca che hanno segnato un percorso non trascurabile nel panorama italiano degli ultimi dieci anni, e dalla accertata qualità scientifica.
E’ del 1997 Armonia dell’Abitare. La casa tra scienza e benessere del chimico Giorgio Fattor (CET, Torino), che già esamina l’influenza degli agenti esterni sulla casa, il benessere ambientale, gli “ambienti di vita”, le fasi di rischio, le normative ambientali secondo una prospettiva non tradizionale, partendo cioè dal progetto del benessere e dal piacere dell’abitare. L’autore inizia da molto lontano, ricordandoci cioè che in Italia il numero degli infortuni domestici è paragonabile a quello degli incidenti automobilistici: una premessa utile per “ricollocarci” innanzitutto dal punto di vista della consapevolezza dello spazio. Nello stesso anno esce anche La casa ecologica del pranoterapeuta Michele Scapino (Editoriale Olimpia, Firenze, 1997), che esamina (come recita il sottotitolo)  “materiali, energie, luci e colori per l’arte di abitare”. Nasce la visione di un “saper abitare correttamente, creativamente, ecologicamente”: la casa è interfaccia col mondo ma anche luogo di comunicazione con se stessi
L’anno successivo esce, a cura dell’architetto Pierfrancesco Ros, Vastu, Feng-Shui, bioarchitettura: case a energia positiva (Amrita, Torino, 1988), che partendo dagli archetipi e dal genius loci sottolinea l’importanza del luogo, dell’orientamento, delle forme e dei colori e auspica la nascita di un’architettura olistica che tenga conto dell’energia cosmotellurica, delle sorgenti geopatogene, delle armonie o disarmonie del terreno. Un anno più tardi viene pubblicato Feng Shui. Armonia dei luoghi per l’architettura del benessere (Hoepli, Milano, 1999). L’autrice, storica dell’arte, vi affronta da una doppia prospettiva simbolica e geobiologica i rapporti fra edificio e territorio, la valutazione dell’ambiente, i materiali edilizi, la posizione delle stanze, i rimedi al malessere abitativo. I due libri possono essere visti in dialogo fra loro, in quanto, pur parlando linguaggi specifici diversi, seguono percorsi analoghi e giungono a conclusioni non dissimili sul piano del benessere abitativo.
Spostando la prospettiva dall’ambito architettonico all’ambito medico-terapeutico, troviamo fra i testi più seri Medicina dell’habitat e domoterapia di Daniela Ribaldi e Claudio Vacava (MIR Edizioni, Montespertoli, Fi, 2004), un testo che unisce geobiologia, medicina dell’ambiente e radioestesia nel comune intento culturale e scientifico di ottenere una casa in equilibrio bioenergetico. Gli autori sono rispettivamente massoterapeuta e riflessologa la prima, e biologo, naturopata e psicologo il secondo. Il testo affronta, fra le altre, questioni come i campi elettromagnetici, la radioattività, le geopatie più diffuse, la storia energetica dei microcontesti urbani.
Tornando nel campo più propriamente architettonico, citiamo alcuni testi di Stefano Parancola, (architetto, designer, consulente di bioedilizia e docente): il volumetto su architettura organica ed ecologia del paesaggio Atlante di Feng Shui (Macroedizioni, Cesena 2001, con CD Rom); il più strutturato La progettazione delle residenze bioarchitettoniche. Principi e strumenti per costruire secondo il Feng Shui (Il Sole 24 Ore, Milano 2005), che si concentra su bioarchitettura, ecodesign, cosmologia e paesaggio, riprendendo la simbologia cinese dei quattro animali e dei cinque elementi portando esempi pratici di “città feng shui”; Architettura Feng Shui. Dalla città all’ecodesign (Editoriale Delfino, 2005); e infine un DVD dal titolo Introduzione alla Bioarchitettura e al Feng Shui (durata: 90 minuti, Macrovideo, 2006, acquistabile on line).
Nuovamente afferente all’ambito medico è invece Terapia della casa. Come riconoscere le energie nocive nella nostra casa (Macro Edizioni, Forlì-Cesena 2005) di Roberto Zamperini, laureato in statistica e inventore del “cleanergy”, un metodo teorico-pratico di domoterapia che non sfugge qua e là a tentazioni esoteriche (che pure hanno il loro fondamento nelle ricerche più recenti della fisica quantistica), come quando parla di “collettori di energia sottile dentro l’appartamento” o di “valvole chakrali”).
Una volta entrati in questa ottica, e acquisito almeno in parte il linguaggio simbolico di immagini e numeri, riusciremo ad apprezzare l’ultimo ovvero il più recente contributo al piacere dell’abitare. L’autore è Gianluca Pozzi, architetto e docente presso il Politecnico di Milano. Il titolo: I sensi della casa. Prospettive per abitare il benessere (Urra-Apogeo / Feltrinelli, Milano 2007). Aiutato dai titoli delle varie sezioni - come “la casa come terza pelle” o “come lasciare entrare i colori” - nonché da un’ottima bibliografia suddivisa nei vari capitoli, il lettore viene guidato in una “geografia (anziché storia) delle idee”: dunque un percorso organizzato per luoghi e ambienti, in cui viene invitato a percepire tutto al massimo delle sue potenzialità: suoni, colori, luce, cibi, ma anche onde elettromagnetiche e interferenze di ogni genere. Disegnare, costruire, arredare e abitare una casa è per l’autore un’esperienza che non può prescindere dalle emozioni e dal desiderio di un benessere autentico.
Se entriamo nell’ottica presentata da questi testi, avremo a che fare non con un mestiere, ma con un piacere dell’abitare. Niente spazi banalizzati, niente infrastrutture identitarie monolitiche, niente territori “anestetizzati”, ma la circolazione di nuove energie ove convivano le singole diversità nel rispetto del bisogno (e del piacere) sia del singolo, sia della collettività. Fermo restando che mi rendo pienamente conto dell’esistenza di problematiche incontrovertibili (la speculazione edilizia, la carenza di fondi governativi, i “divieti” nelle zone di interesse artistico o archeologico, gli alti costi delle innovazioni tecnologiche nel campo dell’ecoedilizia, il risparmio energetico, la progettazione sostenibile, ecc.), il mio invito agli “addetti ai lavori” è duplice: da un lato, a non perdere l’obiettivo che riguarda appunto il bisogno (e piacere) dell’abitare, un bisogno-piacere che è diritto di tutti, dal ricco proprietario della villa o di un attico nel centro storico al modesto inquilino di un appartamento in affitto in una megacondominio di periferia; e, dall’altro, ad accogliere idee, suggestioni ed energie che provengano da altri ambiti scientifici spesso penalizzati o etichettati per colpa di frettolosi pregiudizi.





Archibio inserzionista

Acquista spazi e servizi pubblicitari sulle pagine della rivista on line del vivere sano.
La tua azienda opera nel settore alimentazione, salute, benessere, vacanze, vivere sano, turismo ecologico, ambiente, bioarchitettura, casa ecologica o energie rinnovabili?

Diventa inserzionista di Archibio.com, un investimento pubblicitario di sicuro ritorno.



Archibio autore

Sei un esperto di uno degli argomenti relativi al vivere sano trattati su Archibio.com?
Ti occupi di alimentazione, salute, benessere, vacanze, vivere sano, turismo ecologico, ambiente, bioarchitettura, casa ecologica o energie rinnovabili?

Contatta la redazione e diventa autore, entrerai così a far parte del nostro network.





La vetrina delle aziende

FaenzaINbolla 2016

FaenzaINbolla 2016

FaenzaINbolla 2016 #nonsolobollicine

Presentazione, degustazione e commercializzazione di "bollicine", in abbinamento a prodotti gastronomici di qualità, presso Casa Spadoni a Faenza.

 

Farma Natura Parafarmacia

Farma Natura Parafarmacia

FarmaNaturaShop.it è la parafarmacia online disponibile 24 ore al giorno tutti i giorni in un semplice click. Su FarmaNaturaShop trovi oltre 2000 articoli tra i migliori prodotti per salute, bellezza, benessere, infanzia, salute degli animali, alimentazione e articoli sanitari ed elettromedicali. Parafarmacia Online Italiana autorizzata dal Ministero della Salute per la vendita di farmaci da banco.

New Dimension Divani

New Dimension Divani

New Dimension Divani

New Dimension Divani produce da oltre 30 anni con maestria artigiana divani su misura, poltrone, letti imbottiti e complementi d'arredo.

 

WebPromotion.it

WebPromotion.it

Con WebPromotion.it in prima pagina su Google! Una parola chiave in OMAGGIO per tutti i nuovi clienti con l'acquisto di una parola chiave posizionata su Google.

 

Promo Vacanze

Promo Vacanze

Su PromoVacanze.com i migliori hotel e alberghi per la vacanza ecologica in Italia.

Hai un Hotel o un Bed&Breakfast ecologico? Registra il tuo Hotel e avrai una pagina dedicata del tuo Hotel anche su Archibio.com!

 


inserzionisti

inserzionisti di Archibio
Consulta l'elenco completo e aggiornato delle Aziende inserzioniste su Archibio.com .

Diventa inserzionista di Archibio.com, acquista spazi e servizi pubblicitari sulle pagine della rivista on line del vivere sano




 
Archibio.com - La rivista online del vivere sano
un progetto Net Marketing S.r.l.
Piazza Falcone Borsellino, 6
47121 Forlì (FC) - Italia
tel. 0543.424534
fax 178.2727867
P.Iva 03873590404
E-mail info@archibio.com
 
Posizionamento su Google



credits